Profcirillo Vs Facebook

Share with:


facebookOgni anno i nuovi studenti scoprono che non ho facebook e ci rimangono male.

Il mio rifiuto viscerale verso il social network di Zuckerberg mi impedisce di parlarne apertamente, sprecando il prezioso tempo dedicato ai grandi problemi dell’umanità. Perciò per i miei nuovi studenti sintetizzo alcune questioni che mi hanno allontanato dall’iscrizione:

 

Facebook è una bacheca che non dimentica.Tutti abbiamo bisogno di spazio per crescere, sbagliare e cambiare. Non voglio anticipare il Giudizio Universale prima di morire, soprattutto non voglio aver il rimpianto di non far dimenticare le mie azioni.

2 Su Facebook gli ambienti si mescolano. Noi adeguiamo il nostro comportamento sociale in base all’ambiente che frequentiamo.  Tanto più la nostra vita è arricchita da diversi livelli di frequentazione sociale tanto più il nostro diritto alla riservatezza deve crescere. Mica possiamo vivere in un loft insieme ai nostri colleghi di lavoro per tutta la vita?

3 Cadere in tentazione con gli hastag di Facebook. Il social network propone la pubblicità in base all’indicizzazione dei profili. Significa che le aziende propongono i prodotti analizzando i gusti dell’iscritto. Più clicchi più sei indicizzato verso quella categoria di oggetti.

4 Avete mai letto il disclaimer sulla privacy di Facebook? 

https://www.facebook.com/full_data_use_policy

 

Lascia un commento