Dalla gnosi al transumanesimo

Share with:


transC’era una volta la gnosi, la dottrina della salvezza tramite la conoscenza.

Gli illuminati, coloro che ricevevano degli insegnamenti superiori preclusi alla maggior parte degli uomini, erano emancipati, si erano distaccati dalle volgari consuetudini religiose e dalle filosofie tradizionali per conoscere i nuovi segreti del mondo. Tra il II e IV secolo lo gnosticismo cresce e si diffonde nel mondo conosciuto, sincretizzando la filosofia ellenistica, il cristianesimo, l’ebraismo e i culti orientali.

Lo gnosticismo nasce, cresce e si diffonde essenzialmente nel contesto cristiano: essendo un percorso iniziatico immanente permette all’uomo di perfezionarsi attraverso la conoscenza, la rinuncia, la filantropia.

Domani si diffonderà il transumanesimo.

Alcune attuali correnti di pensiero tecno-ottimistiche si autodefiniscono postumane o transumane: prevedono la trasformazione dell’umanità  in trans- e post-umanità  tramite lo sviluppo di biotecnologie e nano-tecnologie e considerano la specie umana come il primo gradino di una nuova era evoluzionistica post-darwiniana guidata dalla specie umana stessa. Una volta raggiunta questa nuova condizione, l’uomo cesserà di essere uomo. Egli diverrà una macchina, immune dalla morte e da tutte le “debolezze” intrinseche alla vecchia condizione umana. L’ultimo obbiettivo è di diventare un dio.

Seguendo il revisionismo della tradizione biblica del mito gnostico della Ipostasi, il Transumanesimo inverte i ruoli di Dio e di Satana. La descrizione di Lucifero di Albert Pike, massone del 33° grado è molto interessante:

Lucifero è l’incarnazione della ragione, dell’intelligenza, del pensiero critico. Egli si erge dinnanzi al dogma di Dio e tutti gli altri dogmi. Egli si sostiene l’esplorazione di nuove idee e di nuove prospettive nella ricerca della verità.

Con un corpo crescente di luminari accademici e una visione tecno – eugenetica del futuro, il Transumanesimo sta portando la bandiera del Culto di Lucifero nel XXI secolo. Attraverso l’ingegneria genetica e l’espansione biotecnologica del corpo, i transumanisti stanno tentando di raggiungere lo stesso obbiettivo del loro santo patrono.

Lascia un commento