Categoria: filosofia

Didattica della filosofia

0 commentsfilosofia

filosofoSono un privilegiato.

Quando il terzo anno di liceo incontro gli alunni vivo la stessa emozione (e responsabilità) di chi inizia i piccoli alla lettura, insegna i primi rudimenti di matematica, scopre in classe il mondo e i suoi abitanti. Per l’insegnate di filosofia i primi mesi sono molto difficili perché occorre procedere all’alfabetizzazione lessicale degli studenti, alla ricerca di senso e di ordinamento dei concetti studiati. 

La filosofia come stupore

0 commentsfilosofia

meravigliaLa natura della filosofia è lo stupore. I presocratici hanno basato la loro riflessione sullo studio della natura, sulla ricerca dell’origine.

Dopo il platonismo la forza coinvolgente della meraviglia è mutata, forse sedata dalla pretesa razionale di dover spiegare tutto. Ma i filosofi hanno spostato il loro interesse come nomadi in cerca dell’acqua, della fonte della sapienza.Jeanne Hersch riorganizza con originalità lo sviluppo della filosofia occidentale a partire non più dalle sue tesi fondamentali, ma dalla sua stessa natura, dal suo manifestarsi primario: lo stupore. Lo stupore è la capacità di interrogarsi su un’evidenza accecante che ci impedisce di vedere e capire il mondo più immediato.

La prima di queste evidenze è che esiste l’essere, che esistono la materia e il mondo.