Informativa breve sull'uso dei cookie

Questo sito usa cookie di sessione tecnici, funzionali alle attività del sito; questi cookie vengono cancellati al termine della sessione di lavoro. I cookie possono essere sia propri sia di terze parti.

Cliccando sul link della policy sui cookie potrai accedere all'informativa estesa, che riporta la spiegazione di che cosa sono i cookie, il dettaglio sui cookie usati da questo sito, le istruzioni eliminare selettivamente ogni cookie. Se prosegui la navigazione senza esprimere il consenso, nessun cookie sarà registrato, ma saranno possibili malfunzionamenti.

 

Il Grande Inquisitore

inquisitorIn questi giorni stiamo lavorando sul problema del male nella prospettiva socratica e platonica: quaestiones sulla natura del male.

Mi è ritornata alla mente la Leggenda del Grande Inquisitore di Dostoevskij e sono andato a rileggerla. Il cuore del problema è il rapporto libertà-bene, eredità contraddittoria che Cristo ha lasciato agli uomini. Il Grande Inquisitore rimprovera a Cristo il suo amore e la sua misericordia verso un'umanità ingrata, incapace di accogliere il suo messaggio.

 

Il libero arbitrio diventa una condanna mortale per l'uomo il cui unico pensiero fisso è la sopravvivenza, il pane. Scegliere di amare gli ultimi o lasciarli alla loro preoccupazione del pane? Il Grande Inquisitore rischia di vincere ancora se condanniamo l'umanità alla fame, alla vera fame, se ci stacchiamo da essa con l'arroganza intellettuale di chi non ha nulla da chiedere e più nulla da dare.

Leggete il Grande Inquisitore e non lasciatevi sedurre dalla paura della verità.

Leggi le leggenda del Grande Inquisitore

2018  Profcirillo  globbers template joomla