Informativa breve sull'uso dei cookie

Questo sito usa cookie di sessione tecnici, funzionali alle attività del sito; questi cookie vengono cancellati al termine della sessione di lavoro. I cookie possono essere sia propri sia di terze parti.

Cliccando sul link della policy sui cookie potrai accedere all'informativa estesa, che riporta la spiegazione di che cosa sono i cookie, il dettaglio sui cookie usati da questo sito, le istruzioni eliminare selettivamente ogni cookie. Se prosegui la navigazione senza esprimere il consenso, nessun cookie sarà registrato, ma saranno possibili malfunzionamenti.

 

SCRATCH: il LEGO dei bambini digitali

Scratch è un progetto del Lifelong Kindergarten Group dei Media Lab del MIT che come si evince dal sito non insegna propriamente a programmare bensì  a "pensare in maniera creativa, a ragionare in modo sistematico e a lavorare in maniera collaborativa — queste sono tutte capacità essenziali per chi vive nel 21mo secolo". Si può imparare gratuitamente ad usarlo e ha il merito di sviluppare la filosofia dell'aggancio che richiama direttamente un'altra attività creativa molto amata dai bambini e dai bambini cresciuti di tutto il mondo: i LEGO.

L'aspetto dell'aggancio rende questo linguaggio di programmazione molto intuitivo (anche se per i puristi della programmazione è eccessivamente vincolante, non consentendo un progressivo acccrescimento delle conoscenze informatiche). Il mondo di Scratch presenta dunque dei processi finiti/infiniti che richiamano molta filosofia meccanicistica (Democrito) e aiutano l'utente a ragionare LOGICAMENTE in una prospettiva di processo.

La filosofia sarà insegnata anche attraverso l'informatica? Vedremo.

2017  Profcirillo  globbers template joomla